CUORE SOLIDALE PER L’UCRAINA

Articolo di Donato Bonanni – Presidente di Ripensiamo Roma – pubblicato il 4 marzo 2022 su “L’Opinione delle Libertà”.

Dopo la pandemia ci trasciniamo un’altra guerra, quella militare, provocata dall’assurda e ingiustificata invasione russa in Ucraina facendo esplodere i prezzi energetici (e non solo) e aggravando la situazione economica e sociale delle nostre famiglie e delle nostre imprese.
Le immagini che ci arrivano da Kiev, Kharkiv, Maripol e dalle altre città dell’Ucraina in lotta per la libertà sono strazianti. Bambini, donne e anziani che si rifugiano nei bunker e nelle metropolitane delle città in cerca di protezione dai bombardamenti e giovani studenti e lavoratori che imbracciano le armi per combattere contro l’invasione russa e per la libertà. Ma non dimentichiamo che gli attacchi russi contro le centrali nucleari ucraine potrebbero trasformarsi in una catastrofe peggiore di quella di Chernobyl del 1986.
L’aggressione immotivata di Putin e dei suoi gerarchi (con il ricatto estremo del ricorso alle armi nucleari) non è soltanto un attacco a un Paese libero e sovrano, ma un assalto ai nostri valori di libertà e democrazia.
Va sottolineato, però, che l’Italia non è contro la nazione russa e i suoi cittadini perché gli stessi hanno manifestato con coraggio per le strade e per le piazze di San Pietroburgo, Mosca e di altre città contro i piani di guerra di Putin: dall’inizio dell’invasione, sono oltre 6.000 le persone arrestate per aver manifestato contro l’invasione dell’Ucraina.
Da qualche anno la nostra associazione Ripensiamo Roma partecipa a diverse iniziative sociali a favore della comunità ucraina romana grazie all’impegno concreto di associazioni di volontariato come la Fondazione Opera del Divin Redentore e della Conferenza vincenziana San Pio da Pietrelcina che seguono da molto tempo la vicenda ucraina. Una rete solidale forte per lavorare nella direzione di uno sviluppo dei servizi per chi ha bisogno, per ridare a tutti, ogni giorno, la forza e l’autonomia necessarie per vivere una vita umana.
Il prossimo 6 marzo (dalle ore 14.30) ci sarà la manifestazione “Cuore solidale per l’Ucraina” in via Selva Nera, 200 – Roma (in prossimità del villaggio degli ucraini romani) per raccogliere generi alimentari a lunga conservazione, indumenti, coperte e medicinali per la popolazione ucraina alle prese con la guerra. L’evento prevede un pomeriggio musicale con l’esibizione di cantanti e artisti coordinati dal cantautore Stefano Borgia, in prima fila nella raccolta di aiuti umanitari dell’Ucraina in vari punti di Roma.
Con questa manifestazione desideriamo esprimere un fermo no alla guerra in Ucraina e insieme alle altre associazioni coinvolte auspichiamo che l’appello di Papa Francesco venga recepito e si costruiscano quanto prima le condizioni per una pace duratura.

Come diceva la giornalista liberale Oriana Fallaci, “la guerra è inutile e sciocca, la più bestiale prova di idiozia della razza terrestre”.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.